BLOG

Trail running camp edizione zero

Come ben sapete la nostra filosofia è non essere solo un semplice negozio, ma un luogo dove vivere esperienze, conoscere persone e praticare la corsa in compagnia di nuovi amici. Così quest’anno abbiamo organizzato quella che definirei la edizione zero del “TRAIL RUNNING CAMP” by UP&DOWN. Per questioni di “inesperienza” abbiamo deciso di circoscrivere l’evento a solo pochi tesserati della nostra squadra così da poter ricevere riscontri, critiche e spunti per le prossime edizioni.

Su consiglio di Martina e Paolo, (che ringraziamo infinitamente per averci messo in contatto con la struttura che ci ha ospitato, e guidato sui percorsi già testati nelle settimane precedenti) abbiamo deciso di svolgere il camp in val Camonica, più precisamente a Ponte di Legno, e che dire, scelta super azzeccata!!! Il posto si presta molto bene alle attività outdoor, che sia MTB, ciclismo o altro ancora è la base di partenza perfetta per qualsiasi avventura, e per i Trail runner è un parco giochi infinito.  

Visto che questa era una edizione di prova abbiamo deciso di svolgere il camp su 3 gg

GIORNO 1:

l’appuntamento è fissato alle 7:30 in negozio così da distribuire ai partecipanti 2 modelli di scarpe che Saucony ci ha gentilmente concesso di testare e che faremo provare nelle 2 uscite di venerdì e sabato, i nuovi blocca lacci NBS, e barrette ethic sport. Ore 8 ci siamo tutti e partiamo. Arrivati a destinazione ci sistemiamo nelle camere e facciamo due passi per il paese, giusto per sgranchire le gambe e mangiare un panino. Nel primo pomeriggio il programma prevede la prova delle nuove peregrine 13 di Saucony che ben si adattano al percorso sul kilometro verticale che abbiamo deciso di fare, ed una breve spiegazione sull’uso dei bastoncini da trail. La scarpa è leggera e reattiva, ha un ottimo grip dato dal tipo di tassellatura e mantiene una buona stabilità e protezione anche nella fase di discesa.  Alla fine, viene valutata molto positivamente da tutta la banda. Finito il giro doccia, e visto che siam pur sempre in vacanza ci concediamo un bel aperitivo prima di cena. A seguire cena in albergo, e via a letto presto che domani la sveglia suona abbastanza presto.

 

GIORNO 2:

Sveglia 7:30 e colazione tutti insieme. Ore 9:30 dotati del secondo paio di scarpe (questa volta saranno le appena uscite Saucony xodus ultra 2) partiamo per il Giro lungo. il percorso di 32km con 1600 d+ prevede una piccola salita iniziale, seguita da un pezzo corribile e molto panoramico che ci porta a scendere a Pezzo, da lì una leggera risalita fino a località Case di Viso, dove inizierà una salita più impegnativa che ci porta al rifugio Bozzi. Ci fermiamo per una bella coca cola e fetta di crostata per affrontare l’ultima parte in salita del percorso che ci porta al passo dei contrabbandieri. Il panorama è spettacolare e ci ripaga della fatica fatta, non resta che iniziare una bella discesa, con una prima parte più tecnica ed una seconda più corribile fino al passo del tonale dove la stanchezza inizia a farsi sentire; quindi, optiamo per una seconda pausa coca cola. Dal passo del Tonale a Ponte di Legno ci separano gli ultimi 8 km di sentiero in discesa in parte facile e a volte più ripido che costeggia il bike park (che sarà una cosa da provare il prossimo anno aggiungendo un giorno di vacanza). Arrivati a fine giro non poteva mancare un bagno nella fontana ghiacciata del paese. Ma la giornata non finisce qui, perché, per scrollarci di dosso le fatiche dei due giorni ci attendono un paio d’ore in una spa a cielo aperto. Sarà la stanchezza, sarà l’effetto relax ma alcuni di noi dopo la spa decidono di rientrare in hotel per un po’ di riposo, mentre altri non si fanno mancare l’aperitivo pre-cena.  Chiudiamo la giornata con una passeggiatina prima di andare a letto per smaltire la cena.

GIORNO 3:

Purtroppo, la vacanza è ormai finita, e dopo aver fatto colazione il gruppo resta compatto anche per un ultimo giretto tranquillo per il paese. Brindiamo un’ultima volta la fine della minivacanza, e tiriamo le somme su com’è andata, cos’è piaciuto, cosa si può migliorare, e spunti per il prossimo anno. Ci salutiamo e ci diamo appuntamento per il prossimo giovedì sera (il nostro solito giorno di allenamento settimanale)

RIFLESSIONE PERSONALE E SPUNTI:

Onestamente devo ammettere che il Trail camp è venuto meglio di quanto mi aspettassi, il gruppo è stato sempre molto unito e son passati tre giorni all’insegna del divertimento e delle risate. Però c’è da dire che il gruppo è stato fatto volutamente non troppo numeroso. Ragion per cui il prossimo anno che apriremo al pubblico questo evento, ci sarà da valutare se e come dividere le persone in più gruppi in base all’esperienza e capacità del singolo soggetto. Altro appunto che è emerso, è il fatto che comunque in meno di 2 giorni ci siamo fatti 45km con 2500d+ (venerdì pomeriggio + sabato mattina) e forse non è proprio una passeggiata per tutti. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di aggiungere un giorno in più di vacanza da inserire magari sfruttando attività alternative come il noleggio delle mountain bike.

Ma ad ogni modo avremo un anno per fare le cose al meglio.

ULTIMI POST

TESSERAMENTI STAGIONE 2024

UP&DOWN PIACENZA NATURAL Con grande entusiasmo si aprono i tesseramenti per la stagione 2024, tante novità ci aspettano! Abbiamo il piacere di annunciare la fusione tra la nos

Trail running camp edizione zero

BLOG Trail running camp edizione zero Come ben sapete la nostra filosofia è non essere solo un semplice negozio, ma un luogo dove vivere esperienze, conoscere persone e praticare

Integrazione in una gara di trail

L’integrazione, soprattutto in gare lunghe, riveste parecchia importanza e potrebbe determinare la nostra prestazione. Qui di seguito cerchiamo di capire come affrontarla in base

Recensione NNormal Tomir

Tra le scarpe più attese della fine 2022 c’erano sicuramente le NNormal di kilian Jornet, il nuovo brand nato dalla collaborazione tra il campione catalano e camper.